Come identificare una Spirulina di qualità, proveniente da una risorsa affidabile.

La qualità spirulina è determinata da una serie di fattori principali: il controllo della qualità nelle vasche di crescita, la tecnologia di raccolta ed il contenuto di proteine. In questo articolo vi aiutiamo a capire quale sono i fattori che indicano se una  spirulina è buona o meno.

Biologica VS Non Biologica
Quando si parla della spirulina, il termine organico o biologico può essere fuorviante; infatti, la Spirulina vive di materia inorganica e richiede pochissimi nutrienti “organici” per crescere. La definizione più accurata di “spirulina biologica” sarebbe la spirulina che viene coltivata su minerali naturali, al contrario dei minerali chimici.

Una Spirulina di qualità è alta nel contenuto di proteine.
Il contenuto di proteine ​​varia a seconda della crescita e dei metodi di essicazione. Una spirulina di alta qualità dovrebbe contenere il 60-70% di contenuto proteico. Poiché i produttori sono obbligati a fornire una tabella dei dati nutrizionali sulla confezione del prodotto, è un modo semplice per identificare se la spirulina è di buona qualità. I livelli bassi di proteine ​​indicano un prodotto di qualità inferiore.

Il paese di origine è il fattore più importante nella scelta della spirulina.
Controllare sempre il paese di origine in cui è stata coltivata la spirulina. C’è un certo numero di paesi da cui è preferibile mai comprare la spirulina, per i seguenti motivi.

Cina
La produzione di spirulina in Cina è altamente industrializzata. Alcuni produttori cinesi stanno estraendo sostanze come la Ficocianina e il beta-carotene dalla spirulina prima di confezionarlo, come la polvere di spirulina standard la maggior parte delle sostanze nutritive sono già state eliminate.

Le analisi dei prodotti comercializzati come spirulina che arrivano dalla Cina rilevano la presenza di proteine ​​del riso. In altre parole diluiscono la spirulina con proteine ​​di riso per ridurre i costi. Questo spiega il prezzo economico della spirulina cinese.

Il nostro consiglio: la vostra opinione nella scelta della spirulina non deve essere guidata dai prezzi economici.

Giappone, Hawaii e Filippine
Questi paesi sono i pionieri mondiali nella produzione di spirulina, iniziata negli anni ’70. Purtroppo, a causa del disastro di Fukushima nel 2011, le radiazioni nucleari possono seriamente compromettere la salute di chi la consuma. La spirulina come microorganisco ha una elevata capacità di assorbire tutto ciò che è disciolto nel suo ambiente. Mentre questo è molto benefico per l’ambiente, tale spirulina sarebbe tossica per chi la consuma.
Oggi è difficile dire se le radiazioni di Fukushima raggiungano ancora le coste degli Stati Uniti, tuttavia è molto probabile che continuino a interessare il Giappone, le Filippine e le Hawaii e i suoi dintorni. Per questo motivo, è meglio evitare la spirulina che è stata coltivata in quei paesi.

India
L’India è il terzo paese produttore di spirulina al mondo. Ha un clima caldo e umido e vaste superfici senza inquinamento, rendendolo un luogo ideale per la coltivazione di spirulina.
La produzione di spirulina indiana iniziò negli anni ’70 quando un team di scienziati delle Nazioni Unite lo introdusse nei villaggi del sud dell’India per sradicare la malnutrizione. Agli agricoltori indiani fu insegnata l’abilità di coltivare e trasformare la spirulina e, con un vasto sostegno governativo, l’India divenne rapidamente una nazione di spirulina. Fino ad oggi, la maggior parte della spirulina prodotta in India viene venduta all’interno dei confini indiani, e gli agricoltori, alcuni dei quali con oltre 30 anni di esperienza, stanno cercando di esportare all’estero. La principale sfida per gli allevatori di Spirulina indiana è il controllo della qualità, che nella maggior parte dei casi non supera gli standard europei.

Controlla il metodo di essicazione
Anche il metodo di essiccazione è un fattore importante nel determinare la qualità della spirulina, sebbene anche qui vi siano variazioni nel risultato.

La migliore spirulina viene essicata in ambienti controllati, ad un temperatura inferiore ai 40 gradi Celsius, al riparo della luce diretta.

In conclusione
Ci sono vari aspetti da cui dipende la qualità della Spirulina. Sapere da dove proviene la Spirulina e come è stata coltivata e lavorata è un imperativo. La nostra Spirulina Spireat ti assicura una qualità superiore, perche ha un contenuto di almeno 60% di proteine, viene prodotta localmente in vasche protette da inquinanti(a Cremona), è controllata ogni giorno dai biologi esperti e viene essicata in camere d’essicazione costruite apposta per questo processo.

lascia un commento